martedì 21 febbraio 2017

20 motivi per cui non riesci a finire il tuo romanzo


Non riesco a finire il romanzo è una delle frasi che più spesso mi è capitato di leggere tra le chiavi di ricerca del blog, tanto che ho il sospetto sia un problema molto comune.
Devo ammettere che anche io in questo periodo ho grosse difficoltà con la chiusura della mia storia, per ragioni che ancora non riesco bene a definire. A dirla tutta, gli ultimi capitoli per me sono sempre uno scoglio enorme da superare, la fase più impegnativa e costosa in termini di energie.

A volte però c'è più che una semplice difficoltà ad affrontare il finale. E sono convinta che individuare le motivazioni di certi blocchi sia fondamentale per arrivare al tanto sospirato traguardo. L'incapacità di proseguire nella scrittura potrebbe avere ragioni tecniche o ragioni psicologiche. O magari è solo la sgradevole conseguenza di situazioni personali che ci impediscono di concentrarci.

Proviamo a fare qualche ipotesi sul perché di solito ci si blocca?

martedì 14 febbraio 2017

“Joe è tra noi”: intervista all'autore Giovanni Venturi

I cambiamenti negli ultimi decenni sul fronte tecnologico sono stati così rapidi che non si può fare a meno di chiedersi, non solo quali saranno i prossimi passi del progresso, ma soprattutto quale sarà l’impatto che esso avrà nelle nostre vite, a tutti i livelli. Questo tipo di domanda sembra essere alla base del romanzo che vi presento oggi, Joe è tra noi di Giovanni Venturi.

La storia ci proietta in un lontano futuro, il 2358, a Londra, in un’epoca dove la tecnologia è totalmente connaturata all’esistenza delle persone, in particolare grazie a una rete globale chiamata Anika, potente evoluzione del nostro Internet.

venerdì 10 febbraio 2017

Cristina M. Cavaliere presenta “Le Strade dei Pellegrini”

Sinossi


Dopo la battaglia di Uclès del 1108, lo schiavo cristiano Jamil la Colomba è ritornato in Marocco in compagnia dell’amorevole medico sufi Mandhur, delle donne guerriere e del bambino Karim. E, soprattutto, del principe Ghassan ibn Rashid, il suo signore: un misto di tenebra, luce e segreti inconfessabili. Insieme hanno cominciato a sciogliere il doloroso legame che li tiene avvinti.
È anche tempo per Jamil di rammentare la storia della sua fuga attraverso l’impero musulmano, anni addietro. La magnifica avventura si svolge tra deserti e gole, oasi e palmeti, tempeste di sabbia e piene inattese, vestigia di città romane, leoni e inseguimenti, ed è costellata dagli incontri con un enigmatico giovane che sembra sbucare dal nulla. Con il suo aiuto, il ragazzo attraversa lo stretto di Gibilterra, percorre l’Andalusia musulmana e raggiunge i territori dei Franchi.
Arriva così alle rovine di una fortezza sui Pirenei: Montségur. Là, lo aspetta una compagnia di cavalieri cristiani diretti in Italia allo scopo di reimbarcarsi per la Terra Santa. Tra di loro c’è suo padre, il conte fiammingo Geoffroy de Saint-Omer. All’uomo, però, è stato proibito da volontà superiori di rivelare la sua vera identità al ragazzo. Spetterà a quest’ultimo il compito di dissolvere le nebbie che si addensano sulla sua infanzia e riconquistare i ricordi perduti. Riuscirà nella difficile impresa di riconoscere in Geoffroy il suo vero padre?
Il romanzo è in bilico tra sogno e realtà, passato e presente, mondo terreno e regno celeste, visioni e concretezza, e in esso si snodano i molteplici itinerari dei protagonisti, sia spirituali sia geografici. Essi compiono il viaggio per eccellenza: quello della vita. Viaggio che sfocia per tutti gli esseri umani in un nuovo, enigmatico percorso… e che nel romanzo si traduce nel colpo di scena finale.

Cristina M. Cavaliere è mia ospite oggi con il suo romanzo  “La Colomba e i Leoni – Libro II, Le Strade dei Pellegrini”.

martedì 7 febbraio 2017

#imieiprimipensieri - Senza rete di sicurezza



Una decina di giorni fa Chiara Solerio sul suo blog Appunti a margine ha proposto agli altri blogger un esperimento di scrittura di getto, una sorta di gioco in cui ognuno scrive per venti minuti un post  “così come viene”, senza rileggere, modificare, correggere.

Ho deciso di partecipare anche io ed è stata durissima! Dopo aver letto i post degli altri partecipanti, la mia impressione è stata di aver ricevuto l'invito a un party del tipo vieni come sei vestito e di presentarmi in tuta e ciabatte, mentre tutti gli altri sono in abito lungo... Ma mettersi in gioco non fa mai male, dunque eccovi qui il mio post in tutta la sua bruttezza.

venerdì 3 febbraio 2017

“Vingt-Deux Pensées”: due chiacchiere con i creatori

Copertina del mese di gennaio
Oggi vi inviterò a conoscere più da vicino la rivista multitematica Vingt-Deux Pensées (22 pensieri in francese) attraverso un'intervista ai suoi creatori, Rossana Orsi e Andrea Stella.

Nel grande flusso di informazioni, parole, testi che ci invadono ogni giorno, questo magazine online sembra porsi in modo pacato, elegante, riflessivo, con una prospettiva multipla che invita a prestare un'attenzione speciale alle piccole cose, a soffermarci a riflettere. Basta sfogliarla per rendersi conto del taglio quasi intimistico e di quanto amore per i dettagli ci sia tra le pagine. Un concentrato di riflessioni su letteratura, arte, fotografia, viaggi e molto altro.

Di recente ho avuto il piacere di avviare una collaborazione con la squadra che dà vita a Vingt-Deux Pensées, con una piccola rubrica dedicata alla scrittura: trovate la prima puntata nel numero di novembre scorso (oppure in questa pagina), la seconda nel numero di gennaio.

Ho posto alcune domande ai fondatori per approfondire la loro iniziativa.

martedì 31 gennaio 2017

“Bagliori nel buio” gratis per due giorni


Oggi e domani il mio romanzo sarà liberamente scaricabile su Amazon in formato ebook. 
Clicca sull'immagine.

Trama


Disoccupata e intrappolata in una relazione sentimentale senza futuro, Elena vive sospesa tra passato e presente. Non passa giorno senza pensare all’uomo conosciuto due anni prima su Internet, consumata dal senso di colpa per aver provocato la sua morte. Interessarsi di fenomeni paranormali sembrava solo un passatempo innocente, ma ora il terrore che la polizia venga ad arrestarla non le dà tregua. E per riappropriarsi della sua vita non le resta che tornare là dove tutto è iniziato e provare a far luce sull’accaduto.
Chi era davvero quell’uomo? Quale mistero nasconde il Pozzo del Corvo, dov’è avvenuta la sua morte? E quanto sono fondate le voci che parlano di presenze soprannaturali?
Man mano che la verità viene a galla, un incubo ancora più grande si delinea all’orizzonte, costringendola a fare i conti con le sue paure e ad affrontare nemici che non sospettava di avere.

venerdì 27 gennaio 2017

Renato Mite presenta “Apoptosis”

Sinossi


La società HOB Medicines ha rivoluzionato la medicina con la Patoneuroscopìa, l'indagine diagnostica attraverso il sistema nervoso, e ha creato il PNS, un dispositivo per la diagnosi personale collegato alla P.A. Net, la rete digitale per la sanità pubblica.
Tutti indossano un PNS, ma alcuni dubitano della sua efficienza: George Tobell, il ricercatore che ha aperto la strada alla Patoneuroscopìa, affetto da una neuropatia causata da un prototipo del PNS; e Matthew Jaws, un hacker ossessionato dalla HOB che vuole vederci chiaro sulla sorte degli antesignani, leggendari malati oggetto della sperimentazione HOB.
Quando George muore, Matthew viene in possesso del suo trattato sulla Patoneuroscopìa che getta le prime luci sui segreti della HOB.
Matthew si fa assumere nella sala di controllo della P.A. Net dell'HOB Building, dove lavora anche l'analista che ha stretto un accordo con il magnate della HOB per la cattura dell'hacker della loro rete. Nei laboratori del grattacielo lavora un giovane ricercatore, Jason Stemberg, che scoprirà che chiunque usi il PNS è in pericolo.
Il parossismo è imminente e li coinvolgerà tutti.

La presentazione di oggi è dedicata al romanzo “Apoptosis di Renato Mite, che ci farà conoscere molto da vicino l'atmosfera della sua storia.

martedì 24 gennaio 2017

Modi lenti e dolorosi di uccidere la suspense #2

Scena tratta dal fim di Hitchcock Notorius (1946)
Un esempio virtuoso, con prospettive ben calibrate
Rieccomi a parlare di suspense e in particolare di quei passi falsi che alcuni autori commettono in questo ambito. Ovviamente sono soprattutto considerazioni da lettrice appassionata del genere, con uno sguardo all'attività di scrittura, perché è inevitabile a volte smontare una storia per capire cosa funziona e cosa no.

In particolare oggi vorrei concentrarmi sulla prospettiva che un autore adotta per raccontare e sull'impatto questa che ha sulla suspense.

martedì 17 gennaio 2017

Come fare un'edizione cartacea con CreateSpace (parte 4)


In quest'ultimo post dedicato alla realizzazione del formato cartacea di un libro (da abbinare o meno a all'ebook su Amazon), parleremo delle ultime questioni da sbrigare prima della pubblicazione ufficiale. Per questa fase è necessario aver completato tutti i passi precedenti, ovvero ottenere un ISBN valido, inserire il contenuto del libro, creare la copertina. Per ognuno di questi passi è necessaria l'approvazione di CreateSpace, ovvero deve esserci la spunta verde sulle sezioni precedenti.

venerdì 13 gennaio 2017

Anna Maria Funari presenta “Ascoltando il cuore”


Sinossi


“Ascoltando il cuore”, al contrario di ciò che si può pensare, non è una raccolta di racconti d’amore, quanto meno non nel senso stretto del termine.
Il termine “amore” va infatti interpretato nel modo più ampio possibile; è amore quello che fa incontrare due persone e le lega per la vita come è amore quello che si mette nel fare il proprio lavoro o  quello che, nonostante tutto, spinge a instaurare rapporti anche con chi, distante da noi per modi e mentalità, cerca inconsapevolmente e disperatamente di dare un senso a ciò che fa.
Irene, Giordano, Mathias, Federico, Urbano… ognuno di loro lascia che l’amore apra la strada del suo cuore, facendolo battere in modo speciale ed unico, indicandogli la direzione verso cui guardare e camminare.
Ascoltare il cuore significa, spesso, mettere in discussione sé stessi, ricevere gli schiaffi della vita e dare loro un senso, affinché le esperienze portino ad una positiva crescita personale senza chiudere l’orizzonte oltre il quale, comunque sia, splende sempre il sole.

Bentornati alle presentazioni qui su Anima di carta degli autori di romanzi o racconti. L'ospite di oggi è Anna Maria Funari che ci parlerà della sua raccolta intitolata “Ascoltando il cuore”. 

martedì 10 gennaio 2017

I miei punti fermi per il 2017


Ogni anno che passa ho l'impressione di diventare sempre più allergica a resoconti, statistiche, bilanci, calendari editoriali e buoni propositi, insomma tutte quelle cose che si fanno tradizionalmente a cavallo tra un anno e l'altro. Benché avessi messo in conto alcuni post con tali contenuti, a un certo punto mi sono resa conto di non avere nessuna voglia di scriverli, con la complicità forse delle preoccupazioni che mi hanno assillato di questo periodo. Calato un velo sul 2016, si è però anche un po' smorzato l'umore nero da Grinch e ho cominciato a pensare a cosa vorrei realizzare a breve e lungo termine. Benché l'ondata di pessimismo non mi abbia del tutto abbandonata, ho pensato che provare a definire meglio i punti fermi per i mesi a venire mi avrebbe aiutata a raggiungere un po' di serenità. E così eccomi a condividerli con voi.

venerdì 23 dicembre 2016

Buone feste


Il 2016 non era iniziato nel migliore dei modi, ma sta terminando decisamente peggio per me e la mia famiglia. Quindi in questo periodo non sono granché in vena di festeggiamenti o di girare per blog e social network. Spero di tornare con il nuovo anno con un umore migliore, ma nel frattempo vorrei fare i miei auguri di un felice Natale e di una serena conclusione di quest'anno a tutti voi che mi leggete abitualmente o che passate di qui.

martedì 13 dicembre 2016

Nel salotto di “Svolazzi e scritture”



Questa settimana mi trovate sul blog di Nadia Banaudi Svolazzi e scritture con un'intervista “impertinente” che parlerà di me e del mio romanzo. Ringrazio Nadia per lo spazio che mi ha dedicato e per avermi fatta sentire molto a mio agio, come se stessimo davvero facendo una piacevole chiacchierata sedute nel suo salotto.

venerdì 9 dicembre 2016

Anonima Strega presenta “Legione Magica”

Sinossi


Maya è sul tetto di un palazzo, non ha più nulla da perdere, ed è decisa a farla finita. L’apparizione di un uomo bellissimo dalle ali piumate la distrae dal suo proposito e la trascina in un vortice di passione e visioni che al risveglio la lascia senza memoria. Così la rinviene Damien, demone caduto dal passato discutibile e un gran caratteraccio, che si ritrova tuttavia costretto a portarsela dietro in un mondo di creature magiche di cui Maya mai avrebbe immaginato l’esistenza. Entrambi sono interessati a rintracciare l’essere che si è dileguato sul tetto: Damien perché potrebbe guadagnare la redenzione, seppur a costo di vincolarsi ai servizi segreti magici guidati dal potente Magus Jeremiah; Maya perché capisce a poco a poco di non essere la comune mortale che ha sempre creduto, e di essere legata da un ciclo di reincarnazioni irrisolto a questo misterioso Seth di Atlantide, che non pare intenzionato a farsi ritrovare...

Anonima Strega è ospite oggi su Anima di carta per parlarci del suo romanzo “Legione Magica”, pubblicato da poche settimane.

martedì 6 dicembre 2016

“Buck e il Terremoto”

Sinossi


“Buck e io ne abbiamo parlato a lungo. Lui diceva che non poteva restare indifferente a una cosa così triste accaduta in Centro Italia. Io ero assolutamente d’accordo.”
Così, da un'idea di Serena Bianca De Matteis, il 26 agosto 2016 nasce l'antologia “Buck e il Terremoto”.
Per precisa richiesta del mezzo lupo Buck, ogni storia contiene un messaggio di speranza.
L'intero ricavato dalle vendite dell'opera, al momento in esclusiva su Amazon, sarà devoluto alla raccolta fondi della Croce Rossa Italiana per gli aiuti alle popolazioni di Amatrice e Accumoli.
Dietro a “Buck e il terremoto” ci sono il tempo, il lavoro e la passione di Sonia Anzani, Daniele Savi, Arianna Corsini, Deborah Leonardi, Grazia Gironella, Gaspare Burgio, Nadia Banaudi, Giuliana Leone, Paolo Cestarollo, Marco Amato, Massimiliano Enrico, Michele Scarparo, Alessia Savi, Serena Bianca De Matteis, Rosa Oliveto, Sandra Faè, Velma J. Starling, Silvia Algerino, Sara Gavioli, Elisa Riddo, Samantha de Matteis.
Un piccolo gesto di solidarietà, una zampa tesa: nel mese di novembre 2016, “Buck e il Terremoto” ha ottenuto il patrocinio dei Comuni di Amatrice e Accumoli.

Eccezione alla regola oggi con una presentazione di martedì. Ma per la squadra di “Buck e il terremoto” questo ed altro! Per chi non sa di cosa di tratta, vi dico che alcuni mesi fa Serena Bianca De Matteis ha lanciato la proposta di realizzare una raccolta di racconti i cui ricavati delle vendite andassero a sostegno delle vittime del terremoto e in particolare alla Croce Rossa Italiana.