Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

“Bagliori nel buio” gratis per due giorni

Oggi e domani il mio romanzo sarà liberamente scaricabile su Amazon in formato ebook.  Clicca sull'immagine.
TramaDisoccupata e intrappolata in una relazione sentimentale senza futuro, Elena vive sospesa tra passato e presente. Non passa giorno senza pensare all’uomo conosciuto due anni prima su Internet, consumata dal senso di colpa per aver provocato la sua morte. Interessarsi di fenomeni paranormali sembrava solo un passatempo innocente, ma ora il terrore che la polizia venga ad arrestarla non le dà tregua. E per riappropriarsi della sua vita non le resta che tornare là dove tutto è iniziato e provare a far luce sull’accaduto. Chi era davvero quell’uomo? Quale mistero nasconde il Pozzo del Corvo, dov’è avvenuta la sua morte? E quanto sono fondate le voci che parlano di presenze soprannaturali? Man mano che la verità viene a galla, un incubo ancora più grande si delinea all’orizzonte, costringendola a fare i conti con le sue paure e ad affrontare nemici che non sospettava di avere.

Renato Mite presenta “Apoptosis”

Sinossi La società HOB Medicines ha rivoluzionato la medicina con la Patoneuroscopìa, l'indagine diagnostica attraverso il sistema nervoso, e ha creato il PNS, un dispositivo per la diagnosi personale collegato alla P.A. Net, la rete digitale per la sanità pubblica.
Tutti indossano un PNS, ma alcuni dubitano della sua efficienza: George Tobell, il ricercatore che ha aperto la strada alla Patoneuroscopìa, affetto da una neuropatia causata da un prototipo del PNS; e Matthew Jaws, un hacker ossessionato dalla HOB che vuole vederci chiaro sulla sorte degli antesignani, leggendari malati oggetto della sperimentazione HOB.
Quando George muore, Matthew viene in possesso del suo trattato sulla Patoneuroscopìa che getta le prime luci sui segreti della HOB.
Matthew si fa assumere nella sala di controllo della P.A. Net dell'HOB Building, dove lavora anche l'analista che ha stretto un accordo con il magnate della HOB per la cattura dell'hacker della loro rete. Nei laboratori del g…

Modi lenti e dolorosi di uccidere la suspense #2

Rieccomi a parlare di suspense e in particolare di quei passi falsi che alcuni autori commettono in questo ambito. Ovviamente sono soprattutto considerazioni da lettrice appassionata del genere, con uno sguardo all'attività di scrittura, perché è inevitabile a volte smontare una storia per capire cosa funziona e cosa no.

In particolare oggi vorrei concentrarmi sulla prospettiva che un autore adotta per raccontare e sull'impatto questa che ha sulla suspense.

Come fare un'edizione cartacea con CreateSpace (parte 4)

In quest'ultimo post dedicato alla realizzazione del formato cartacea di un libro (da abbinare o meno a all'ebook su Amazon), parleremo delle ultime questioni da sbrigare prima della pubblicazione ufficiale. Per questa fase è necessario aver completato tutti i passi precedenti, ovvero ottenere un ISBN valido, inserire il contenuto del libro, creare la copertina. Per ognuno di questi passi è necessaria l'approvazione di CreateSpace, ovvero deve esserci la spunta verde sulle sezioni precedenti.

Anna Maria Funari presenta “Ascoltando il cuore”

Sinossi“Ascoltando il cuore”, al contrario di ciò che si può pensare, non è una raccolta di racconti d’amore, quanto meno non nel senso stretto del termine.
Il termine “amore” va infatti interpretato nel modo più ampio possibile; è amore quello che fa incontrare due persone e le lega per la vita come è amore quello che si mette nel fare il proprio lavoro o  quello che, nonostante tutto, spinge a instaurare rapporti anche con chi, distante da noi per modi e mentalità, cerca inconsapevolmente e disperatamente di dare un senso a ciò che fa.
Irene, Giordano, Mathias, Federico, Urbano… ognuno di loro lascia che l’amore apra la strada del suo cuore, facendolo battere in modo speciale ed unico, indicandogli la direzione verso cui guardare e camminare.
Ascoltare il cuore significa, spesso, mettere in discussione sé stessi, ricevere gli schiaffi della vita e dare loro un senso, affinché le esperienze portino ad una positiva crescita personale senza chiudere l’orizzonte oltre il quale, comunque…

I miei punti fermi per il 2017

Ogni anno che passa ho l'impressione di diventare sempre più allergica a resoconti, statistiche, bilanci, calendari editoriali e buoni propositi, insomma tutte quelle cose che si fanno tradizionalmente a cavallo tra un anno e l'altro. Benché avessi messo in conto alcuni post con tali contenuti, a un certo punto mi sono resa conto di non avere nessuna voglia di scriverli, con la complicità forse delle preoccupazioni che mi hanno assillato di questo periodo. Calato un velo sul 2016, si è però anche un po' smorzato l'umore nero da Grinch e ho cominciato a pensare a cosa vorrei realizzare a breve e lungo termine. Benché l'ondata di pessimismo non mi abbia del tutto abbandonata, ho pensato che provare a definire meglio i punti fermi per i mesi a venire mi avrebbe aiutata a raggiungere un po' di serenità. E così eccomi a condividerli con voi.