Passa ai contenuti principali

Come fare un'edizione cartacea con CreateSpace (parte 3)



Siamo arrivati alla terza parte di questa breve guida per realizzare un'edizione cartacea con CreateSpace. Nei post precedenti vi ho parlato di come preparare il testo e come controllarlo prima di dare l'okay per la stampa. Il passo successivo è preparare la copertina.

Dunque rientriamo nella piattaforma di CreateSpace con il nostro account, dove ritroviamo le varie sezioni del progetto in corso. Cliccando su Cover accederemo all'area deputata a stabilire le caratteristiche della copertina.



La prima cosa da decidere è la finitura, se la preferiamo Matte (opaca) o Glossy (lucida). Qui siamo ovviamente nel campo dei gusti personali. Inoltre va considerato il tipo di libro che andiamo a pubblicare e l'immagine di sfondo: sono più adatti per una copertina opaca o lucida?
Per la mia edizione cartacea di Bagliori nel buio io ho scelto la finitura Matte e non me ne sono pentita, perché i colori risaltavano bene con l'aspetto satinato, anzi sembrava quasi vellutata. Però con il cambio di copertina che ho in mente di fare, la prossima volta sceglierò il lucido.



Nella stessa pagina c'è anche da decidere come intendiamo procedere, ovvero se:
  • Creare la nostra copertina online
  • Affidarci al servizio a pagamento della piattaforma
  • Caricare un pdf con la copertina pronta

Io qui vi suggerisco la prima strada, sempre nell'ottica della totale autonomia.



Cliccando sulla prima opzione (Buid Your Cover Online) e successivamente sul pulsante Launch Cover Creator, si accede a un tool che ci permette di preparare da soli la copertina per la stampa.

Se abbiamo già pubblicato il libro in formato ebook, probabilmente avremo già una copertina pronta. Tuttavia, sarà necessario adattarla alle misure di stampa e stabilire come devono essere la costa (o dorso) e il retro, elementi che ovviamente non avevamo previsto per l'edizione digitale.

Per approfondire: Come è fatto: le parti del libro

Cover Creator è uno strumento molto utile e facilmente usabile anche da chi non ha grandi competenze di grafica. Infatti, ci guida passo passo nella creazione delle varie parti del layout.

Ci vengono subito proposti dei modelli (Choose a design) da personalizzare.



A questo punto abbiamo quattro possibilità:
  1. scegliere uno dei modelli che CreateSpace ci propone (tutti i temi sono gratuiti);
  2. scegliere il modello The Spruce, dove è possibile caricare un'immagine per la parte frontale e personalizzare la costa e il retro;
  3. scegliere il modello The Palm, dove è possibile caricare un'immagine per la parte frontale e una per il retro, mentre la costa è personalizzabile per titolo, autore e colore;
  4. scegliere il modello The Pine, dove caricheremo noi l'intera immagine di copertina, parte frontale e retro, mentre per la costa dovremo solo aggiungere titolo e autore (o niente se li abbiamo messi nell'immagine).





Io ho optato per la quarta soluzione, ovvero ho creato a parte l'intera copertina e ho aggiunto solo titolo e autore per la costa, perché avevo già un'immagine per la parte frontale (avendo già pubblicato l'ebook) e purtroppo nessuno dei modelli proposti si adattava.

Anche avendo già un'immagine però potrebbe essere necessario ricrearla da zero, perché le misure indicate per il cartaceo (che variano in base alle dimensioni del libro) sono molto diverse da quelle richieste per l'ebook e soprattutto occorre una buona risoluzione, minimo 300 DPI.

La scelta tra i temi già impostati è comunque vasta, ci sono svariate possibilità per quanto riguarda il tipo di carattere, i colori, il layout. Inoltre, c'è una gallery di immagini gratuite da sfogliare, da abbinare al tema.

Quale che sia la vostra scelta, si aprirà una finestra per alcune personalizzazioni.



La sezione Theme si riferisce al tipo di font da usare (per esempio per la costa o per altre parti della copertina, a seconda del modello che avete scelto).
Front Cover Imagine e Back Cover Image sono per l'upload delle immagini.
Title On The Spine è dove va inserito il titolo del romanzo che comparirà nella costa.
Author(s) è dove va il nome dell'autore.
Spine Color e Font Color sono le aree per la scelta dei colori e del font, sempre per il dorso.

In base al modello (soprattutto se con il layout predefinito), potrebbero esserci da personalizzare altre parti. Per esempio, il testo della quarta di copertina (la descrizione del contenuto del libro), la biografia dell'autore, la foto dell'autore, l'eventuale sottotitolo e così via.



A proposito della quarta di copertina, se decidiamo di crearla ex-novo, ricordiamoci di inserire come minimo la descrizione del libro (sinossi) e una biografia dell'autore, mentre non dovranno esserci riferimenti al prezzo del libro.

Se decidiamo di caricare un'immagine di sfondo per l'intera copertina, va prestata attenzione al taglio (la parte in rosso ai margini) e a non mettere elementi nello spazio per il codice a barre (che sarà inserito in automatico dalla piattaforma).

Il lato positivo di questo tool è che possiamo fare tutte le prove che vogliamo e che in qualsiasi momento è possibile cambiare idea su qualcosa e tornare sui nostri passi.

Alla fine, quando abbiamo terminato la creazione della copertina, clicchiamo su Submit Cover per completare la sezione.

La prossima volta vedremo come sbrigare le ultime pratiche burocratiche prima della pubblicazione. Ci siamo quasi!

Commenti

  1. Sempre molto interessante, mi piacerebbe provare a usare Createspace prima o poi (tutto dipende dal tempo) e il tuo post mi tornerà utile.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia. Non ricordo se te l'avevo già detto, ma quando ho pubblicato la tua intervista un paio di persone mi hanno chiesto se avevi il cartaceo ;)

      Elimina
    2. Per il mio primo romanzo ho aderito al pos di Streetlib, in realtà in questi giorni ho sostituito il formato perché il primo PDF che avevo caricato non mi piaceva, ci ho messo un anno ma adesso il nuovo formato dovrebbe essere quello definitivo, non è ancora pronto però aspetto notizie da Streetlib. Potrei scrivere un post sul l'esperienza più avanti. Per Fine dell'estate il cartaceo non c'è ma potrei aderire prossimamente...

      Elimina
    3. Bene :) Conoscere le varie esperienze è sempre utile.

      Elimina
  2. L'articolo è interessante, lo trovo chiaro e specifico. nel caso dovessi averne necessità in futuro so dove rivolgermi.Grazie.Un saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Pietro Luciano. Sono contenta che sia chiaro, spero che possa essere d'aiuto per chi vuole imbarcarsi in questa piccola impresa.

      Elimina
  3. Grazie ancora per questa preziosa serie di post :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per l'apprezzamento, Ariano :)

      Elimina
  4. Bello come prontuario.
    Ci sono servizi on-line che curano tutte queste parti, però vedo che se uno ha tempo/voglia/capacità può curare l'intera pubblicazione al 100%.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, i servizi che fanno queste cose non mancano. Al di là del risparmio economico, comunque, fare tutto da soli presenta anche il vantaggio di poter apportare modifiche in qualsiasi momento, cosa che non sempre puoi fare se ti affidi a un esterno.

      Elimina
  5. Questa è la parte più importante, nel senso che la copertina è la prima ad attirare l'occhio del lettore. Domanda: per caso c'è anche un template scaricabile, con le misure del formato scelto, da poter modificare con un software professionale offline? Intendo come alcuni servizi di stampa fotografica che forniscono il template per Photoshop o similari.
    Grazie del link! E pensare che di là non m'è nemmeno arrivato il pingback, sono andata persino a vedere che risorsa avevi linkato! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non c'è questa possibilità, in effetti sarebbe stato comodo anche poter scaricare uno dei loro template e fare delle modifiche. Così il massimo che si può fare è preparare un'immagine offline e poi caricarla, stando attenti alle misure e alla risoluzione.

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
(Ti prego di non inserire link, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!)