Passa ai contenuti principali

Come fare un'edizione cartacea con CreateSpace (parte 2)

Nella prima parte di questa piccola guida all'uso di CreateSpace per realizzare un'edizione cartacea, abbiamo visto i primi passi per accedere al servizio e in particolare come preparare il file di testo.

Siamo arrivati al punto di fare l'upload del file di testo. Torniamo su CreateSpace dove ritroveremo il nostro progetto in corso. Una grande comodità di questo servizio è quella di poter accedere alle varie sezioni del progetto in qualsiasi momento, separatamente, e prenderci tutto il tempo che occorre per completare ogni sezione.

Noi ci stiamo occupando di quello che si chiama Interior, cioè il contenuto del libro.

A questo proposito vorrei fare una precisazione, soprattutto alla luce di quanto è emerso nei commenti del post precedente. CreateSpace vi dà tre opzioni a proposito della preparazione del testo:
  • scaricare il template già formattato che dobbiamo solo modificare (opzione che vi ho illustrato)
  • scaricare un .doc vuoto ma ottimizzato rispetto alle misure che avete scelto
  • fare ex-novo tutto da soli e inviare un file con la formattazione che vi pare
Io vi ho consigliato la prima soluzione perché è quella più semplice e non c'è il rischio di commettere grossi errori.


Caricare il file di testo



Una volta che abbiamo creato il file di testo e siamo pronti per inviarlo a CreateSpace, occorre rientrare nella sezione chiamata Interior, che troviamo nella schermata iniziale del nostro account.


La piattaforma accetta vari formati: .doc, .docx, .rtf o PDF. Io vi suggerisco, in base alla mia esperienza, di usare quest'ultimo, dunque di convertire il documento che abbiamo realizzato in PDF. Infatti, è possibile che caricando direttamente il .doc si perda della formattazione o si verifichino problemi (soprattutto se usate OpenOffice come me). Con il PDF invece andiamo sul sicuro. Una volta creato il PDF, prima di fare l'upload, è utile aprire lo stesso PDF ed effettuare una rapida verifica che sia tutto a posto.


Dopo aver segnalato alla piattaforma il file da caricare, assicuratevi che sia spuntata l'opzione Interior Reviewer e salvate.


Revisione del testo da stampare


Appena la piattaforma ha terminato di processare il vostro file, c'è una fase molto importante e delicata, quella della revisione delle pagine che saranno stampate. Prima di dare l'approvazione, è bene controllare tutto con attenzione. Per quest'operazione CreateSpace mette a disposizione lo strumento Interior Reviewer. Vi si accede cliccando su Launch Interior Reviewer. Si tratta di un tool che visualizza due pagine del libro affiancate, simulando il libro vero e proprio.

La piattaforma fa un primo check preliminare e vi segnala eventuali problemi (per esempio se qualcosa va oltre il taglio della pagina). Dopo potete procedere voi stessi a esaminare il documento.
Per un controllo approfondito è utile fare più passaggi per analizzare un elemento alla volta, sfogliando su e giù il libro. Vi suggerisco di prestare attenzione a queste cose:
  • margini (l'area di stampa è indicata dai bordi tratteggiati)
  • specularità delle pagine
  • presenza e correttezza del numero di pagine
  • che il testo inizi e termini nella pagina alla stessa altezza
  • eventuali intestazioni e piè di pagina
  • eventuali note
  • vedove e orfane (cioè righe isolate)
  • paragrafi vuoti
  • numeri e nomi capitoli
  • allineamento testo
  • uniformità tipo di font e grandezza font
  • rientri paragrafo
  • sommario



Naturalmente se volessimo fare un lavoro di qualità professionale ci sarebbe da andare più a fondo e controllare molte altre cose.

Per approfondire: 

Correzione bozze: le parole del mestiere – I
Correzione bozze: le parole del mestiere – II
Correzione bozze: le parole del mestiere – III
Correzione bozze: le parole del mestiere – IV

Se non siete a vostro agio con i controlli a video (e come darvi torto?), potete anche scaricare il PDF prodotto dalla piattaforma e stamparlo (cliccando su Creating a PDF for Print). Di certo su carta è più facile accorgerci se qualcosa non va.


Se poi siete super pignoli e non vi fidate del risultato finale, esiste un'ulteriore possibilità: farvi inviare una copia di prova a casa (a vostre spese). Secondo me però non è necessario arrivare a tanto, e comunque considerate che la copia viene stampata in America e quindi viene rallentata tutta la procedura. Anche in questa fase è comunque possibile parlare con un esperto, a pagamento.

Se non siete soddisfatti di qualcosa o avete commesso errori, in ogni caso, si può ricaricare il file (Go Back and Make Changes) e ripetere i controlli, fino a quando risulta tutto corretto e non siete pronti per dare l'okay definitivo (Save and Continue), una sorta di “visto si stampi”.




Dopo aver salvato, abbiamo terminato questa fase e siamo pronti per lavorare alla copertina.

Commenti

  1. Brava, brava e superbrava! Non ricordo se te l'ho detto la volta scorsa, ma sto apprezzando moltissimo questa tua serie. Sostengo con tutta me stessa la diffusione delle informazioni che permette agli autori di diventare autonomi. La creazione di un libro in formato cartaceo richiede sicuramente molta cura e attenzione, ma non è fisica applicata ed è alla portata di tutti, soprattutto con una guida come quella che stai scrivendo tu. Sono stufa di cialtroni che vendono a centinaia di euro, per non dire migliaia, l'idea che serva assolutamente qualcun ALTRO che ti "rivela i segreti" eccetera, e mi fermo qua :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee!! :D Sono anche io per la condivisione delle informazioni e soprattutto per far capire che basta un pochino di applicazione per fare certe cose, senza spaventarsi o dover ricorrere per forza ad aiuti esterni. Di fatto bastano un paio di giorni per completare il progetto (se non ricordo male io ho impiegato un fine settimana).

      Elimina
  2. Io comunque per "Buck" mi ero fatta inviare a casa la proof copy, anzi due, una per la scadenza che dovevo rispettare, e l'altra per il controllo. Quella copia adesso la conservo gelosamente, è piena di segni, aggiunte, correzioni ed evidenziazioni. Io consiglio caldamente di fare il controllo su carta: cambiando medium emergono sempre particolari che sullo schermo del PC non si notavano. Per Buck e il Terremoto invece abbiamo atteso che uscissero le prime copie, quindi il collaudo è stato fatto su strada, ecco. Avendone il tempo farei sicuramente un giro sul cartaceo prima di aprire le vendite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indubbiamente su carta si notano più magagne, non c'è niente da fare. Come minimo può essere utile stamparsi il pdf, ma se non ci sono vincoli di tempo, per andare sul sicuro può essere una buona cosa ordinare la copia di prova. In quanto tempo ti sono arrivate per curiosità?

      Elimina
    2. Non ho la data dell'upload, purtroppo, ma mi ricordo che le ho ricevute il 23 giugno ed erano state caricate dopo il 19 di sicuro. Però ho pagato la spedizione urgente!

      Elimina
  3. Non ho mai usato createspace, con questo e il post precedente come guida quasi quasi faccio un tentativo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene :) Vedrai che è tutto molto fattibile. Per qualsiasi dubbio chiedi pure (nei limiti delle mie conoscenze, ovviamente).

      Elimina
  4. Sono molto interessanti queste lezioni, in effetti farsi inviare una stampa di prova allunga i tempi ma può essere molto utile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ero molto tentata di ordinarla, ma alla fine mi sono fidata per non allungare troppo i tempi. La prossima volta ho intenzione di organizzarmi con largo anticipo :)

      Elimina
  5. Davvero una bella guida passo passo. Soprattutto da chi queste cose non le vede per la prima volta, ma ci si è dovuto scontrare per la pubblicazione (quindi, sai il fatto tuo, sai già dove orientarci).
    Alla fine potresti farne un piccolo ebook da mettere nella sezione Download, come quello sulla revisione. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'idea! :)
      Era da tempo che avevo in mente di fare questi post, soprattutto perché c'è chi non sa neppure che esiste questa possibilità gratuita oppure sento dire che fare un'edizione cartacea "è complicato". Certe cose non me le ricordavo perché è passato un anno, ma rinfrescare la memoria è stato utile anche a me.

      Elimina
  6. Grazie, grazie, grazie a me neofita sono fondamentali queste lezioni visto e considerato che l'auto-pubblicazione è l'unica strada per vedere il proprio libro in una libreria se pure virtuale come quella di Amazon.
    Grazie
    Rosario

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per l'interesse, Rosario. Diciamo che avere un cartaceo su Amazon ti dà una chance in più. Meglio ancora sarebbe poterlo inserire anche in altri store, ma per quello occorre un ISBN a pagamento.

      Elimina
  7. Io avrei solo una domanda su di una cosa che non mi è chiara (o forse mi è sfuggita)
    E' possibile farsi solo stampare un libro ovvero senza nessuna assegnazione di codice ISBN e senza salvare un progetto che poi viene messo in vista sul sito ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi farti stampare la copia di prova e poi cancellare il progetto. Non sono però sicura al 100% che tu possa farlo senza ISBN. Ma essendo questo gratuito, puoi fartelo assegnare e dopo cancellare il progetto senza nessuna conseguenza. Finché non dai l'okay finale, la pubblicazione sugli store non appare. Spero di essermi spiegata.

      Elimina
  8. Beh, utile. Lavorare di solo word rende tutto molto più complicato perché devi andare molto a occhio se non sai già tutte le misure precise da prendere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Marco. Sì, conviene attenersi ai modelli dati da loro almeno per le misure, in modo che con il tool di verifica sia tutto molto veloce. Il controllo finale è indispensabile perché solo con il programma di scrittura è impossibile capire come verrà la stampa finale.

      Elimina
  9. Ottima guida. Aggiungo solo che il rapporto qualità/prezzo delle brossure CreateSpace è eccezionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandro :)
      Vero, il rapporto qualità/prezzo è un altro aspetto importante. Devo dire che io mi aspettavo un prodotto molto inferiore e invece sono rimasta piacevolmente sorpresa.

      Elimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
(Ti prego di non inserire link, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!)