Passa ai contenuti principali

La mia scrittura dalla A alla Zeta

Come in uno di quei giochetti psicologici in cui si dicono le prime parole che ti vengono in mente, partecipo anche io al meme sull'alfabeto dello scrittore lanciato da Rosalia Pucci e ripreso da Chiara Solerio (in fondo anche gli altri link di chi ha aderito).

Autodidatta
Sono per natura piuttosto indipendente, quindi anche nella scrittura ho imparato tutto da sola, non ho mai frequentato corsi, ma sempre letto tanto (manuali e romanzi), cercando di carpire i segreti degli autori analizzando i testi.

Blog
Ogni tanto penso che senza blog scriverei il doppio. Ma nei momenti di pausa (forzata o per scelta) mi accorgo che il contatto con altri che scrivono mi manca e che in realtà il blog è un grande sostegno per la mia scrittura.

Coraggio
Ce ne vuole una gran dose per affrontare il mondo dell’editoria oggi. Ma il coraggio è anche essenziale nella scrittura stessa, per mettere nero su bianco ciò che abbiamo nel profondo, senza limiti e in piena libertà.

Disciplina
Essendo un gran miscuglio di pigrizia e determinazione, ne ho assolutamente bisogno per scrivere. O le distrazioni sono sempre in agguato...

Empatia
Mi identifico moltissimo con i miei personaggi, quando scrivo. Qualche giorno fa ero alle prese con una scena particolarmente ansiogena... quando ho finito avevo una specie di nausea fisica, come se fossi stata io al posto della protagonista.

Fantasia
Ho sempre avuto una fantasia piuttosto sfrenata, il che ovviamente non è sempre un bene, ma almeno nel campo della scrittura mi è un utile. A volte devo persino tenerla a freno, se non voglio ritrovarmi tra le mani una trama iper complicata.

Gioia
La scrittura per me è gioia pura e vorrei che rimanesse tale per sempre. Il resto conta relativamente.

Hitchcock
Adoro i suoi film, alcuni li ho visti così tante volte da conoscere le battute a memoria. Per me è sempre stato di grande ispirazione, così come lo sono i suoi insegnamenti sulla suspense da grande “maestro del brivido”.

Intuizione
Trovo che sia uno degli elementi più importanti. Scrivo affidandomi all’80 per cento all’ispirazione-istinto-intuizione e per il 20% alla ragione. Se lascio fare troppo alla testa, il risultato è pessimo.

Letture
Inutile dire che la mia passione per la scrittura sia nata dai libri e dall’ammirazione per certi autori. Se sono un po’ scarica, mi basta tornare a leggere qualche riga di romanzi che amo per ritrovare la voce.

Musica
Una fedele compagna nella mia scrittura. Cuffie alle orecchie, rigorosamente straniera e un po’ “gothic”.

Noir
È il genere che preferisco leggere e anche scrivere. E infatti è proprio un noir che ho in corso.

Osservazione
Altra base della mia scrittura. Vado in giro prendendo appunti, soprattutto sugli autobus. Dio mio, se ne vedono di cose...

Pazienza
Ormai ho imparato a procedere a piccoli passi nella scrittura. Un romanzo ha bisogno di tempo, pazienza e di tanti piccoli tasselli da inserire uno dopo l’altro.

Quiete
Ho bisogno dell’atmosfera giusta per scrivere, altrimenti me ne sto imbambolata davanti al computer senza combinare nulla.Per lo più scrivo da sola, ma visto che condivido lo studio con mio marito, a volte devo proprio forzarmi a non lasciarmi influenzare dalla sua presenza.

Revisione
Sono una vera maniaca della revisione. E forse questo si era già capito.

Sovrannaturale
C’è sempre qualche elemento di questo tipo nei miei romanzi.

Tv-series
Altra mania, altra fonte d’ispirazione. La tv per il resto potrebbe anche non esistere.

Umorismo
Mi piace quando gli autori ne inseriscono un pizzico anche in romanzi "seri", trovo che aiuti a non prendere tutto troppo sul serio. Quindi cerco di farlo anche io quando scrivo, in modo sottile.

Voce
Qualche giorno fa mi è capitato tra le mani un brano che ho scritto a 17 anni. Sono rimasta colpita dal fatto che ho la stessa identica "voce" ancora oggi. Incredibile, no? O preoccupante?

Zenzero
Okay, non ridete. Ognuno ha le sue manie, a me lo zenzero aiuta a scrivere. Provare per credere.


Hanno aderito a questo meme anche:

• Rosalia Pucci - L'alfabeto dello scrittore
• Chiara Solerio - L'alfabeto della mia scrittura - oggi è così, domani chissà...
• Ivano Landi - L'alfabeto della mia scrittura
• Patrizia Moll - L'alfabeto della mia scrittura
• Salvatore Anfuso - L'alfabeto della mia scrittura
• Alessia - Giochi (alfabetici e non)
• Marina Guarneri - Una voce fuori dal coro
• Daniele Imperi - L'alfabeto della mia scrittura
• Angélique Gagliolo - L'alfabeto della mia scrittura
• Giulia Mancini - Il mio alfabeto dello scrittore
• Il mondo di M. - Emmealfabeto




Commenti

  1. Le parole che hai scelto sono molto belle! :)
    Mi rivedo molto in "intuizione", e mi pento per non averla seguita abbastanza, quando il romanzo era alle prime battute. La disciplina è fondamentale, e vorrei averne un po' di più. Delle letture e del blog non potrei proprio fare a meno, così come dell'empatia. E anche io sono autodidatta!
    In generale posso dirmi di rivedermi in molte delle tue parole, eccetto zenzero e serie-tv, perché non ne guardo neanche una. :)
    Le parole da cui mi sento più lontana sono zenzero, tv-series

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che tu sei più tipo da film, vero? Io sono anni ormai che sono serie-dipendente. Magari prima o poi riesco a convertirti ;)

      Elimina
  2. Anche tu? Pure io ho pubblicato lo stesso post... XD

    Hitchcock mi garba molto.
    La Musica mentre scrivo non la sopporto...
    Lo Zenzero? o.O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Hitchcock prima o poi farò un post :)
      Bella la faccetta da zenzero-shock!

      Elimina
  3. Condivido parecchie parole, altre invece non tanto (la musica la adoro, soprattutto il rock, ma mentre scrivo non potrei mai ascoltarla). Lo zenzero in particolare proprio non mi piace. L'umorismo invece sì, e quando lo trovo appropriato lo inserisco sempre nella narrazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Considera che senza cuffie alle orecchie io dovrei sorbirmi urla e schiamazzi dei vicini... la musica diventa la mia salvezza! Forse se vivessi sul cucuzzolo di una montagna ne farei a meno...

      Elimina
  4. Zenzero? Ecco una parola che non condivido...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce l'avete tutti con lo zenzero! Speriamo che condividi almeno le altre parole :)

      Elimina
  5. Totalmente d'accordo sulla musica, compresa la parte sul “gothic”. Bello questo memo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarei molto curiosa di leggerlo da te... :)

      Elimina
    2. Mi inviti a nozze! :)

      Elimina
  6. A me lo zenzero era stato consigliato da un'amica come anti infiammatorio... Lo mangiavo al naturale, come un tasso che mastica le radici! Quando scrivo metto la musica, ma non deve essere cantata, meglio come sottofondo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E funzionava come anti-infiammatorio?
      Io ho cominciato ad ascoltare musica mentre studiavo secoli fa e ora mi aiuta a concentrarmi, però in effetti senza parole è più efficace, infatti qualche volta ascolto anche quella classica (ma devo essere in uno stato particolare).

      Elimina
  7. Oddio, mi sento meno sola!!
    A parte alcuni punti che ritengo quasi ovvi (coraggio, empatia, fantasia, intuizione, letture), altri ce li abbiamo proprio in comune: Musica (anch'io scrivo con le cuffie, ma ho gusti eclettici...al momento sono fissata da tre settimane con musica scozzese, non riesco a staccarmene!!), Quiete, Tv-series (che pur di vederle in anteprima mi ammazzo di streaming ;P ), Umorismo...ma soprattutto ZENZERO!!
    A me piace tagliato fresco dentro il thè Java, oppure quello leggermente candito (che rimane pepato diciamo). Devono nascondermi il vasetto!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh, finalmente qualcuno che apprezza lo zenzero!! Candito? Devo ancora provarlo. E mi incuriosisce anche la musica scozzese. E sei anche una maniaca seriale, brava :D

      Elimina
    2. Di zenzero candito ne ho trovato finora due tipi: uno molto dolce e zuccherato, che quasi non par zenzero; e quello che prendo io, che è meno zuccheroso, ma mantiene il pepato tipico.
      Musica scozzese (che poi è musica classica con abbondanza di cornamuse e flauti): cerca Bear McCreary su youzeek.com. E' un compositore di melodie per tv series (guarda caso). Sono sue Battlestar Galactica, Agents of S.H.I.E.L.D. (spin off di The Avengers), The walking dead e soprattutto Outlander (la serie che sto seguendo, tratta da omonimo libro, e proprio ambientata in Scozia). Sono molto noir, per cui magari potrebbero anche ispirarti.

      Elimina
    3. Outlander non ho ancora cominciato a vederla, ma mi ispira molto leggendo qua e là. Indagherò sulla musica scozzese, grazie per il consiglio :)

      Elimina
    4. Ah ma ho appena scoperto che Bear McCreary ha creato la musica di "Black sails", allora non può che piacermi :)

      Elimina
  8. Niente musica, niente zenzero e le serie tv solo alcune, ma per il resto siamo vicini. In particolare, mi consideravo autodidatta già alle elementari e sono anch'io, ahimè, un maniaco della revisione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come niente musica?! Pensavo proprio il contrario mentre scrivevi, mi sarò fatta un'idea sbagliata :)

      Elimina
  9. P.S. Grazie per il link. Potrei fare altrettanto nel mio post. Siamo già in tanti e forse cresceremo...

    RispondiElimina
  10. Appena ho tempo anche io metto i link ai vostri post! :)

    RispondiElimina
  11. Fantasia, gioia, letture, musica e pazienza mi appartengono molto.
    Io non saprei trovare una parola adeguata con la zeta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti la zeta è una bella sfida. Dai, fai anche tu la lista!

      Elimina
    2. l'ho fatto, ma a modo mio! ;)

      Elimina
  12. Devo proprio partecipare a questo bel meme!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, devi proprio e sono molto curiosa di leggerlo...

      Elimina
  13. Io di solito uso questo sistema, perché ben si concilia con la mia personalità. Per superare l'ansia da foglio bianco scrivo di getto tutto ciò che mi viene in mente. Poi attenta revisione, cesello, limatura. Mi piace la fase del perfezionamento :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace la fase del perfezionamento, ma a volte è così frustrante...
      Invece, non sempre funziona questo sistema di scrivere di getto per me, però riconosco che a volte è l'unico modo per non farsi ingoiare dal foglio bianco :)

      Elimina
  14. Zenzero? In che forma? (Altro che ridere...)
    Punto "blog": super-condivido! Sovrannaturale, c'è anche in gran parte delle mie storie (anche perché per me il sovrannaturale è... normale!). Fantsia sfrenata? Invidia invidia! Io quando mi viene un'idea la metto in una teca... ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In polvere, per infusi o nel the. Lo usi anche tu?
      Come sarebbe a dire che per te il sovrannaturale è normale? Sono molto curiosa di saperne di più...
      La fantasia c'è, ma l'applicazione concreta è tutt'altra faccenda!

      Elimina
  15. Ho preso anche io spunto da questo giochino ma... l'ho personalizzato abbastanza! :P
    Spero non si offenda nessuno per questo!
    Mi è piaciuto molto il tuo alfabeto, ci sono 'parole' che condivido! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo, la libertà di interpretazione è sacrosanta :)

      Elimina
  16. Bella la tua versione Maria Teresa, molto personale. Condivido la M di Musica, da sempre mia Musa
    ispiratrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosalia. Come dicevo in un altro commento, ho cominciato a sentire musica mentre scrivevo per necessità, per poi scoprire che è davvero d'ispirazione.

      Elimina
  17. Purtroppo io e lo zenzero non andiamo molto d'accordo, ma, per il resto, ottimo elenco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! A quanto pare non sei la sola a non andarci d'accordo :)

      Elimina
  18. Bellissimo elenco, mi riconosco nella "Voce" anch'io mi sono ritrovata in alcuni miei scritti di diversi anni fa, è sorprendente...
    Altro punto in comune le serie tv, ce ne sono alcune da cui sono totalmente dipendente come un po' succede con la musica che spesso mi ispira una storia intera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è una cosa sorprendente, tanto più che ero convinta di aver modificato molto la mia scrittura. Mi fa piacere che non è un fenomeno solo mio :)
      Le serie tv danno dipendenza! E anche crisi di astinenza tra una stagione e l'altra...

      Elimina
  19. Ti dispiace eliminare le prime due righe dal mio commento, che si sono incollate per sbaglio? :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo non posso fare modifiche al commento, solo eliminarlo. Riscrivi tutto e poi cancello questi due.

      Elimina
    2. Difficile parlare della "voce"! Direi che è una specie di atmosfera che pervade la mia scrittura, l'ho ritrovata in uno scritto di tantissimo tempo fa. Certo molto è cambiato (per fortuna), ma questo qualcosa è rimasto intatto.

      Riguardo alla musica, devo fare una precisazione: mi accompagna solo durante la stesura, nella revisione ho bisogno di silenzio, qualsiasi suono mi deconcentrerebbe.

      Lo zenzero è energizzante, una cosa che quando si scrive aiuta meglio del caffè :)

      Elimina
  20. Autodidatta anche io.
    Empatia: un po' capèita anche a me.
    Hitchcock va preso come esempio :)
    Approvo i gusti musicali, ma non riesco a scrivere ascoltando musica.
    Idem per la TV: vedo solo film e serie e mi portano ispirazione.
    Che intendi per "voce"?
    Zenzero: buonissimo, ma in che senso ti aiuta?

    RispondiElimina

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
(Ti prego di non inserire link o indirizzi e-mail, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!)