Passa ai contenuti principali

Teatrogiornale: un esperimento di scrittura

In questo guest post Arianna Musso espone il suo progetto di teatrogiornale. Per conoscere l'autrice, leggete il riquadro in fondo all'articolo.

Il teatrogiornale è una forma di azione teatrale.
Sono rimasta molto colpita nel trovare, nella grande collezione di testi di burattinai del mio maestro Remo Melloni, articoli di giornali ritagliati e sottolineati. Questi articoli risalenti, quelli che ho visto io almeno, all'inizio del secolo scorso, erano gli spunti per i canovacci che gli artisti sarebbero andati a scrivere.
Successivamente ho avuto l'occasione di conoscere Roberto Cavosi che, agli inizi degli anni duemila, era responsabile dell'omonima trasmissione su radio3.

Da qui ho iniziato a compiere qualche riflessione: già nell’antica Grecia i testi, soprattutto quelli comici, avevano come argomento notizie di attualità. In Cina, compagnie di teatranti seguivano l’esercito popolare per informare, in maniera drammatizzata, la popolazione cinese degli sviluppi della guerra. Il padre del teatro giapponese all’occidentale, Kawakami, utilizzava il teatrogiornale con fini simili. Negli anni sessanta/settanta il teatrogiornale viene utilizzato in Italia sia da gruppi di teatro informale sia dal neonato DAMS, sotto la direzione del professor Scabbia. Anche il Teatro Dell’Oppresso utilizza questa denominazione per indicare la lettura in forma drammatizzata delle notizie dei quotidiani.
Quindi a Genova, dal 2006 al 2010, la Compagnia Coseacaso ha praticato dei laboratori teatrali di Teatrogiornale con attori non professionisti, il cui fine era la realizzazione di un breve spettacolo.

Questo esperimento vuole trasportare questo modo di leggere la realtà in maniera creativa sul web. Abbandonando quindi la specificità teatrale e aprendo a tutte le forme di scrittura.
A scadenza settimanale, chi vorrà, potrà pubblicare un breve racconto o un piccolo testo teatrale o poesia sulle notizie dei quotidiani on-line del giorno fino alle ore 24.
Si possono usare anche immagini, video, musiche, canzoni o qualunque cosa venga in mente.
Chiunque può partecipare all’esperimento chiedo solo di citare e linkare la notizia presa in considerazione.
Non è importante che la notizia sia esemplificativa del giorno, che la notizia vi stia a cuore o che il racconto sia perfetto.

Questo vuole essere un blog collettivo, un guest posting. Mandatemi le vostre produzioni su info@coseacaso.org. L’esperimento si effettuerà tutti i venerdì su http://teatrogiornale.wordpress.com

Buona lettura e buona scrittura.

Arianna Musso


L'AUTORE DI QUESTO GUEST POST Mi chiamo Arianna Musso. Classe 1979. Sono laureata al DAMS di Bologna e diplomata alla Scuola D’Arte Drammatica Paolo Grassi. Nella vita ho sempre fatto teatro e scritto, sopratutto per il teatro. Vista la crisi ho deciso di dedicare questo tempo alla scrittura, e vedere se posso farla crescere e guarire da raffreddori linguistici che a volte prende (non sono una madre premurosa ma voglio diventarlo).

Scrivo su:
http://coseacasoblog.wordpress.com
http://mammaliturchidotorg.wordpress.com

Se vuoi scrivere anche tu un post per questo blog, leggi qui le linee guida per inviare il tuo contributo.


Commenti

Posta un commento

Ogni contributo è prezioso, non dimenticarti di lasciare la tua opinione dopo la lettura.
Se commenti per la prima volta, ti consiglio di:
1) accedere all'account con cui vuoi firmarti
2) ricaricare la pagina
3) solo allora inserire il commento.
Se vuoi ricevere una notifica per e-mail con le risposte, metti la spunta su "inviami notifiche".
(Ti prego di non inserire link, altrimenti sarò costretta a rimuovere il commento. Grazie!)