Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2010

Da dove vengono le idee?

È curioso come ogni volta che mi scervello per trovare un’idea per inserirla in un romanzo, quando poi questa salta fuori… mi rendo conto che è sempre stata sotto i miei occhi. Ma non la vedevo, non sapevo che era ciò che cercavo.
Le idee nella nostra testa vanno e vengono, alcune le riconosciamo come importanti e ce le appuntiamo (io ho la casa e la borsa piena di fogli), altre ci ronzano dentro ma non le afferriamo. Eppure i semi che possono dar vita al giardino dei nostri romanzi sono ovunque, l’importante è essere in grado di individuarli e raccoglierli.

Link utili

Prima di tutto vorrei ringraziare tutti coloro che negli ultimi tempi hanno manifestato il loro sostegno a questo blog!

Nell’intento di migliorare sempre di più questo spazio dedicato agli scrittori, ho inserito nel menu una sezione di "link utili" dove si possono trovare varie risorse, come corsi (gratuiti) on–line, portali sul mondo della scrittura, manuali di scrittura creativa, notizie, ecc.

Nell’elenco ho aggiunto anche un utilissimo sito per coniugare i verbi (eh, qualche dubbio può esserci di tanto in tanto, no?) e uno per i sinonimi e i contrari.

Se avete suggerimenti su pagine che avete trovato interessanti sarò ben felice di inserirli!
A presto

Anima di carta

Il blocco dello scrittore

Ahi, ahi! Quanto è brutto il blocco dello scrittore! Quella terribile sensazione di non riuscire a mettere neppure una parola in fila all’altra che abbia un senso… la sensazione che tutto quello che si scrive sia insulso, banale, sgradevole... la pagina che resta bianca...

Ho passato molti mesi in questo stato, con due libri iniziati a fare la muffa in un angolo oscuro del computer e molte idee confuse in testa su come portarli avanti.

Poi, al di là della mancanza cronica di tempo e di una svogliatezza generale, ho cominciato a domandarmi perché mi ero bloccata. A quel punto sono affiorate delle riflessioni, che vorrei condividere con voi.

Molti parlano, pochi ascoltano

Avete presente quei film in cui un grande chef va al mercato la mattina presto per scegliere personalmente gli ingredienti migliori per i piatti che cucinerà? Credo che gli scrittori dovrebbero fare altrettanto: scegliere personalmente gli elementi delle loro storie ispirandosi al grande mercato dei libri. In parole semplici dovrebbero leggere, leggere e leggere ancora per trovare il proprio personale modo di scrivere, per affinarlo e renderlo unico.